Incendi: di nuovo in fiamme la cima del Faito

Rientra in parte l’allarme incendi a Vico Equense, ma le fiamme hanno ricominciato ad ardere la cima del monte Faito e ora si stanno dirigendo verso il “Molare”. Mentre una nuova grave emergenza incendi minaccia il comune di Agerola e il piazzale delle Terme di Castellammare di Stabia e’ diventato base per l’elicottero della Regione per effettuare i rifornimenti. “Dopo che l’abbiamo tanto invocato, finalmente questa mattina e’ arrivato l’aereo antincendio modello Erickson e finalmente le fiamme delle localita’ Moiano, Castello, Conocchia e Bannera sono spente”, dice il sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore che tira un sospiro di sollievo, ma resta l’allerta. ”Purtroppo l’incendio sul monte Faito e’ ripreso e si sta propagando verso il monte Molare – aggiunge Buonocore – L’Erickson ci ha abbandonato e nessuno ci spiega perche’, se e’ a causa di un’avaria oppure deve fare rifornimento. Era stato inviato un elicottero con il cestello, mezzo regionale, che pero’ ora ha lasciato Vico Equense a causa di un’emergenza ad Agerola. E noi siamo di nuovo qui da soli, con aree da bonificare e l’imminenza di una ripresa dei roghi sui quali bisognava insistere per spegnere del tutto gli eventuali focolai”. Il vicesindaco di Castellammare di Stabia, Andrea Di Martino, continua a collaborare con i sindaci del circondario. ”Abbiamo messo a disposizione il piazzale delle Terme di Stabia che ora funziona come base per il rifornimento necessario all’elicottero – spiega – I vigili del fuoco hanno montato vasche di acqua dolce dal quale attinge il mezzo. Le vasche vengono riempite da una fornitura straordinaria della Gori”. 

Contenuti Sponsorizzati