“Questa mattina alle 10:30, unitamente agli avvocati Massimiliano Tisbo e Giuseppe La Venuta, mi sono recato in Procura per depositare un esposto relativo ad accertare eventuali anomalie all’interno dell’autoparco Asi’a di Scampia che, dopo il rogo divampato al campo Rom di via Cupa Perillo, ha distrutto venti mezzi della societa’ partecipata del Comune di Napoli. Dopo l’incendio, infatti, e’ diventato chiaro a tutti che quell’area dove sono ricoverati centinaia di mezzi rappresenta una vera e propria bomba ecologica pronta ad esplodere e che puo’ recare gravi danni sia ambientali che di sicurezza per la popolazione. Auspico, pertanto, che la Magistratura possa chiarire questa situazione da me esposta”. Lo rende noto il consigliere regionale e presidente del gruppo misto, Francesco Moxedano. 

Redazione Cronache della Campania