Otto migranti minorenni sequestrano e minacciano il responsabile di una casa famiglia

In otto e tutti minorenni hanno minacciato e sequestrato il responsabile di una casa famiglia di Caivano. I minori non accompagnati, tutti 17enni e originari di Gambia e Guinea, hanno sequestrato il responsabile di 50 anni bloccando l’ingresso della struttura con alcuni mobili. Lo hanno costretto nel suo ufficio, seduto su un divano e gli hanno intimato di consegnare soldi e i loro documenti personali altrimenti avrebbero appiccato il fuoco alla cooperativa. Giunti velocemente sul posto, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Casoria sono riusciti ad entrare, hanno liberato il responsabile e arrestato i minori per sequestro di persona a scopo di estorsione. Dopo le formalita’ sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli.

Articolo precedenteScuola, sbloccate 58.348 nuove assunzioni
Articolo successivoFallimento del Siena calcio, bancarotta fraudolenta: sequestrati beni per 8,5 milioni di euro