Stamane la Squadra Mobile di Caserta ha arrestato per stalking il 24enne Fabio Ardissone, in esecuzione dell’ordinanza di di custodia cautelare in carcere, emessa,  dal Tribunale di S. Maria Capua Vetere, Giudice per le Indagini Preliminari, su conforme richiesta della locale Procura.
Il provvedimento è stato adottato nei confronti del giovane già arrestato, nel 2012, per reati in materia di sostanze stupefacenti, perché ritenuto responsabile dei delitti di atti persecutori e lesioni continuate, commessi nei confronti della ex fidanzata. L’attività di indagine della Squadra Mobile di Caserta ha permesso di ricostruire le numerose condotte persecutorie attuate dall’indagato, dal mese di marzo al mese di luglio corrente anno, avendo commesso il fatto ai danni di una donna a cui era legato da una relazione sentimentale. L’Ardissone, da tempo, era ossessionato dalla gelosia nei confronti della vittima, non avendo mai accettato la sua decisione di interrompere la loro relazione.
Per mesi, quotidianamente, in maniera reiterata, la perseguitava, telefonandole di continuo, inviandole numerosi messaggi, insultandola con epiteti offensivi, minacciando di ucciderla, di sfigurarla con l’acido, di scannarla, inseguendola, appostandosi nei pressi della sua abitazione, picchiandola con estrema violenza e brutalità ed aggredendola, al punto da costringerla ad un radicale cambiamento delle sue abitudini di vita. Dalle numerose condotte moleste, l’ultima risalente al 21 luglio, è emerso il
concreto pericolo che l’arrestato perseverasse nell’attività persecutoria e che questa potesse sfociare in episodi ancora più gravi, come peraltro preannunciato dallo stesso nelle continue minacce rivolte alla donna.

Redazione Cronache della Campania