Sequestrano un testimone per costringerlo a ritrattare le accuse: due arresti a Campagna

Salerno. Due persone sono state arrestate questa mattina a Campagna, nel Salernitano, dai carabinieri della compagnia di Eboli. Massimo Cerrone e Danilo D’Alterio sono accusati a vario titolo di “sequestro di persona, violenza e minaccia per costringerla a commettere un reato”. I provvedimenti scaturiscono da una complessa indagine condotta dal nucleo operativo della compagnia carabinieri di Eboli avviata nel marzo dello scorso anno. I due, entrambi originari di Campagna, volevano costringere una persona a ritrattare alcune importanti dichiarazioni che aveva reso in passato all’autorità giudiziaria e alle forze dell’ordine proprio sulla responsabilità dei due individui in merito a gravi reati come l’associazione per delinquere finalizzata al estorsioni e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Per raggiungere l’obiettivo, gli indagati, facendo leva sulla propria caratura criminale e avvalendosi della forza intimidatrice derivante dalla loro appartenenza ad un gruppo criminale organizzato, hanno commesso una serie di gravi azioni criminose nei confronti della vittima. In una occasione hanno anche prelevato la vittima dalla propria abitazione, conducendola in un luogo isolato e minacciandola gravemente di morte, non solo per ritrattare le dichiarazioni rese in passato ma anche per farle presentare una falsa denuncia di calunnia nei confronti delle forze dell’ordine.

Redazione Cronache della Campania