Si schianta contro un palo: muore lo chef emergente Raffaele Casale

Era più che una promessa della cucina italiana. Lo chef 28enne Raffaele Casale, originario di Casamarciano, è morto la notte scorsa in Puglia dopo che la moto che guidava si è schiantata contro un palo dell’illuminazione pubblica a Trani, in zona Capirro. Il giovane, 28 anni, era cresciuto a Sperone e lavorava come executive chef in un ristorante di Trani, le “Lampare al Fortino”. Il suo nome era già una garanzia per i buongustai, aveva all’attivo collaborazioni con noti maestri di cucina, tra i quali Antonino Cannavacciuolo. Sul posto della tragedia sono intervenuti i soccorritori e agenti del commissariato di polizia di Trani che hanno lavorato per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. Inutile ogni soccorso: il giovane ha perso la vita sul colpo. Casale è stato allievo del Masterchef Antonino Cannavacciuolo a Villa Crespi: al suo fianco, durante uno stage, aveva trascorso due anni da capo partita. E stato anche alle cucine di Moreno Cedroni alla Madonnina del pescatore di Senigallia.