Camorra, duplice omicidio al ‘Buvero’: la pista porta all’Alleanza di Secondigliano: liberi tre boss

Gli investigatori della Dda di Napoli non hanno dubbi: dietro il duplice omicidio del "Buvero" c'è la mano ferma di esperti killer al servizio della potente Alleanza di Secondigliano. I sicari hanno centrato con sei colpi ciascuno i due cognati Eduardo Amoruso e Salvatore Dragonetti in vico Pergola all'Avvocata. Amoruso tornato in libertà a giugno […]

Articolo precedenteTorna a far parlare di sé Miley Cyrus, ma non solo per la sua musica
Articolo successivoNapoli, rapinatori inseguiti e bloccati a Scampia: due in manette