I distretti borbonici nel patrimonio Unesco: la proposta del Movimento Cinque Stelle

Alle 10.30 di domani 30 settembre, nelle scuderie di Villa Favorita a Ercolano – al corso Resina, 330 -, si svolgerà il convegno organizzato dal Movimento Cinque Stelle “I distretti borbonici nel patrimonio Unesco”. All’incontro parteciperanno il deputato in Commissione Cultura, Luigi Gallo, il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, Adele Lagi, responsabile dell’ufficio patrimonio mondiale Unesco, Paolo Romanello, direttore della Fondazione Ente Ville Vesuviane, e Gennaro Cozzolino, Consigliere comunale del M5S di Ercolano. L’incontro sarà l’occasione per lanciare un incubatore che miri alla raccolta di proposte, attività ed iniziative finalizzate alla creazione di un distretto culturale-turistico nei luoghi dei Borbone in Campania. “La bellezza, purtroppo dormiente, del nostro patrimonio culturale – spiega Gallo – potrà diventare occasione di crescita e di sviluppo oltre che di risveglio intellettuale ed economico per la nostra comunità. I percorsi turistici come la Reggia di Caserta, siti simbolo della permanenza dei Borbone in Italia come il Palazzo Reale di Napoli, la Reggia di Portici e il Belvedere di San Leucio, ma anche le storiche Ville Settecentesche del Miglio d’Oro, in provincia di Napoli, alcune vivaci ed esuberanti come un tempo, altre abbandonate al degrado, possono essere promossi da un Art Card Boronica. Abbiamo invitato tutte le istituzioni locali per rendere concreto questo progetto”. Proprio le residenze borboniche sono state oggetto di un tour organizzato dal Gruppo Cultura del M5S che ha toccato i comuni vesuviani e la periferia Est di Napoli. Questo percorso di rete si chiuderà il prossimo 30 settembre a Ercolano con il lancio di idee e proposte concrete. Sarà, inoltre, l’occasione che mancava per aggiornare tutti i presenti sulla situazione in cui versano le principali attrazioni turistico-culturali del territorio.