Tensione ad Acerra: lavoratori in protesta gettano benzina sul portone del Duomo

Poco dopo le nove di questa mattina, ad Acerra è scattata una clamorosa protesta dei lavoratori del Consorzio Unico di Bacino che sono rimasti senza stipendio ma anche senza incarico. Con un fucile giocattolo è stata lanciata della benzina sul portone del Duomo di Acerra, durante la celebrazione di un matrimonio. L’Ente regionale, operante nel settore dei rifiuti, è stato messo in liquidazione mentre circa mille e trecento addetti napoletani, pur essendo rimasti in organico non ricevono né incarichi né salario da anni. “Non vogliamo elemosine né inutile assistenza  – hanno dichiarato stamattina – noi vogliamo un lavoro vero. I Comuni e la Regione devono attivarsi per trovare soluzioni concrete per tutti”. Accorsi molti poliziotti, la situazione al Duomo di Acerra resta molto tesa: i manifestanti hanno montato una tenda nel porticato della chiesa e hanno gettato della benzina su un portone servendosi di un fucile giocattolo che invece di essere stato caricato ad acqua contiene il pericoloso liquido infiammabile.

Articolo precedenteIsole Eolie: scossa di terremoto di magnitudo 3,4. Al momento nessun danno a cose o a persone
Articolo successivoCattivissimo me 3: il film più visto nelle sale per il secondo fine settimana di seguito