Il Napoli pensa in grande contro il City: ''Nessuno è imbattibile''. I convocati di Sarri

“Le squadre imbattibili non esistono ma domani affrontiamo la miglior squadra d’Europa, allenata dal miglior allenatore del mondo. Sulla carta il Manchester City dovrebbe vincerle tutte ma noi vogliamo far punti per avere un vantaggio nel girone”.
Maurizio Sarri non ci sta piu’ a un Napoli a due velocita’, imbattibile in Italia e traballante in Europa. Domani nella sfida stellare contro il Manchester City di Guardiola vuole dimostrare che al di la’ delle belle figure, come nella ripresa all’Etihad Stadium, il suo Napoli puo’ fare punti contro la corazzata inglese che viaggia a punteggio pieno in Champions e domina la Premier.
Il City non ha mai perso quest’anno tra Europa, campionato e Coppe inglesi e il Napoli sogna l’impresa. A Sarri non e’ andata giu’ la prima mezz’ora dell’Etihad Stadium, quell’1-2 da stordire chiunque, e ha studiato ancora piu’ a fondo la squadra inglese: “Loro – spiega alla vigilia – hanno un impatto devastante sulla partita: hanno segnato un numero impressionante di gol nei primi 20′.
Quindi o chiediamo all’Uefa di cominciare al 21′ o ci vuole una partenza diversa rispetto all’andata. Dobbiamo portarli nell’acqua alta, arrivare alla mezz’ora in bilico, una situazione a cui non sono abituati”. Sarri lo ha ripetuto alla squadra, che restera’ in ritiro per concentrarsi al massimo, sottolineando l’importanza di tenere dietro: “Dovremo fare una fase difensiva straordinaria – dice – poi sull’interpretazione della gara non credo che loro faranno un calcio diverso e noi nemmeno.
L’inerzia della partita, pero’, puo’ prendere binari diversi”. Frustrare il Manchester, minare le loro certezze, ecco l’idea di Sarri: “Vorrei vedere la paura sui loro volti domani in campo. Ma il City all’andata ci ha mostrato tutta la sua forza tattica e tecnica a cui aggiungono accelerazioni non comuni. Sono anche una squadra in grande fiducia e condizione fisica, ma sappiamo di poterli mettere in difficolta’”
. Il tecnico vuole punti, per giocarsi la qualificazione in casa contro lo Shakhtar per questo pensa a un centrocampo diverso rispetto a Manchester dove punto’ su Diawara e Zielinski: “Jorginho e Allan venivano da partite dispendiose – ricorda – e cercavamo maggiore protezione. Domani dobbiamo fare risultato e potremmo fare scelte diverse”.
Il terzetto di centrocampo potrebbe essere quello quindi brasiliano con Hamsik a sinistra, mentre per il resto ci saranno i titolarissimi, con il tridente dei piccoli davanti e il quartetto Hysaj-Albiol-Koulibaly-Ghoulam dietro. Guardiola punta a chiudere la qualificazione a Napoli: al suo City basta non perdere per essere gia’ agli ottavi e tentera’ un’altra partenza-monstre per mettere la gara sul binario giusto: “Speriamo che il San Paolo ci spinga a contenere il loro avvio – auspica Sarri – poi sogno un gol decisivo di un giocatore che non segna mai”.
Ma il sogno e’ di molti: di Mertens, che vuole battere l’amico-rivale De Bruyne, di Hamsik che vuole la notte storica con gol e aggancio a Maradona, di Insigne che vuole sentire l’abbraccio degli oltre 40.000 del San Paolo.
E pure di Callejon, che lancia la sfida: “Non abbiamo paura di nessuno – dice – sappiamo di essere forti, ce la giochiamo con la fiducia di fare i tre punti”. Lui, Sarri, non nasconde la voglia di vincere: “Se smetto oggi nessuno mi ricordera’, se non vinci nessuno ti ricorda”. E lui vuole essere ricordato, anche per la notte col City.
Tutti convocati ad eccezione di Lorenzo Tonelli per il Napoli di Maurizio Sarri, a lavoro per preparare la sfida di domani sera (ore 20.45) contro il Manchester City allo stadio San Paolo di Napoli.
Tra i convocati assente anche Arek Milik, che questo pomeriggio ha effettuato la prima sgambata sui campi di Castel Volturno in compagnia del preparatore atletico degli azzurri. Questo l’elenco ufficiale: Reina, Rafael, Sepe, Albiol, Chiriches, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Hysaj, Maggio, Mario Rui, Jorginho, Allan, Diawara, Hamsik, Rog, Zielinski, Callejon, Giaccherini, Ounas, Insigne, Mertens.