Per la prima volta a Napoli gli Unsane allo Scugnizzo Liberato

Direttamente da New York arriva a Napoli la band che ha portato alla ribalta il noise-core.
Il gruppo capitanato da Chris Spencer è in tour mondiale e per la prima volta suonerà a Napoli.
Il concerto verrà anticipato dai live di tre band napoletane: Naga, La via degli astronauti e The Radsters.
Inizio del concerto previsto alle ore 21.00 allo Scugnizzo Liberato (Salita Pontecorvo, 6 – Napoli), l’ingresso per la modica cifra di cinque euro.

La serata inizierà con tre concerti di altrettante band partenopee che in questi anni si sono contraddistinte per originalità nel campo del metal evoluto e del punk-hardcore. I Naga, La Via Degli Astronauti e i The Radsters portano alto il nome della scena “pesante” partenopea, raggiungendo livelli di notorietà anche all’estero.
Gli Unsane, capitanati dal cantante e chitarrista Chris Spencer, nascono nel 1998 a New York.
Quelli erano gli anni in cui, negli States, prendeva forma la scena musicale “rumorista”, detta “noise”, e ne facevano parte i Pussy Galore, gli Helmet e i Cop Shoot Cop.
Immediatamente la band di Chris Spencer ne fece parte grazie al loro album d’esordio edito dalla prestigiosa Matador Records: un album considerato ancora oggi un caposaldo della nuova scena noise rock, nonché uno dei lavori “estremi” più influenti degli anni ’90.
Dal quel momento in poi gli Unsane diventano un punto di riferimento.
Dopo la morte per overdose da eroina del primo batterista, sostituito da Vinnie Signorelli (Swans e Foetus), il gruppo registra e pubblica Total Destruction, nel 1994 e quindi il terzo Scattered, Smothered & Covered nel 1995 tramite Amphetamine Reptile. Quest’ultimo è probabilmente il più conosciuto e grazie anche al singolo Scrape.
Dopo altri tour, tra cui un’apertura agli Slayer, nel 1998 fanno uscire Occupational Hazard per la storica label metal Relapse Records.
La band si scioglie per riformarsi nel 2003 pubblicando prima un greatest hits, Lambhouse, e poi il quinto album ufficiale, Blood Run, nel 2005.
Il sesto disco, intitolato Visqueen, è per la Ipecac Recordings di Mike Patton dei Faith No More mentre nel 2010 pubblicano un EP, Coextinction Recordings 1, contenente tre inediti. Nel marzo 2012 esce il loro settimo album in studio, intitolato Wreck, per la Alternative Tentacles di Jello Biafra dei Dead Kennedys, contenente tra gli altri brani una ri-registrazione di Pigeon (già nell’EP del 2010) e una cover dei Flipper, Ha Ha Ha.
Il 2017 è l’anno del gran ritorno per gli Unsane.
Firmano per la Southern Lord Recordings che, accortasi dell’ottimo materiale registrato, decide di pubblicarlo a settembre scorso. Con “Sterilize” gli Unsane tornano a far parlare positivamente di una dei gruppi caposaldi del noise-rock mondiale.  A quasi trent’anni dal’esordio, hanno portato una ventata di novità con il loro durissimo sound dai ritmi alienanti, estremizzati dalla grande voce di Chris Spencer.
In questi mesi sono in tour mondiale che toccherà anche l’Italia e oltre a Napoli, saranno a Milano, Roma e Bologna.
Allo Scugnizzo Liberato quindi, un concerto di presentazione del nuovo album, ma anche un’imperdibile occasione per ascoltare i pezzi del passato.
 

Articolo precedenteScossa di terremoto nel Salernitano: epicentro Albanella
Articolo successivoMugnano: fondi per le famiglie a rischio sfratto, pubblicato il bando per il contributo