Arzano – Parte la squadra ma non il rettangolo di gioco. Sabatino De Rosa utilizzabile solo per gli allenamenti

Certo non parte con il piede giusto la neo sindaca Fiorella Esposito in quanto ad annunci che poi rimangono solo sulla carta o realizzati a metà. Le difficoltà ci sono, il comune ha scarse risorse, eppure qualcuno si dice sicuro che se l’impegno che alcuni politici stanno profondendo sull’edilizia lo dirottassero anche sui veri problemi che attanagliano la città, il comune decollerebbe nel giro di qualche mese. Ma la più radiosa e sicura di aver superato anche questo scoglio è proprio la prima cittadina che forte del gruppo di Arzano Bene in Comune. “Dopo il Palarea, il Sabatino de Rosa. In tanti ci chiedono di sostenere gli sforzi dei cittadini, dei volontari e della nuova dirigenza dell’US Arzanese per ricostruire la nostra squadra di calcio. E noi ci siamo, convintamente. Abbiamo partecipato, qualche giorno fa, alla presentazione della squadra. Abbiamo raccolto l’energia di chi sta lavorando ad un progetto difficile ed entusiasmante, puntando su una squadra costituita da soli arzanesi in un esperimento che si presenta assai suggestivo e che potrebbe rappresentare, in certi ambiti, un modello. Abbiamo ribadito il nostro impegno e il nostro sostegno, che si concretizzeranno anzitutto con il ripristino dell’impianto di illuminazione, per consentire alla squadre e agli atleti di allenarsi anche la sera. Lo sport, con i suoi valori che educano al rispetto delle regole e degli altri e all’importanza del lavoro di gruppo, è per noi una priorità fondamentale: se ogni ragazzo di Arzano avesse la possibilità di praticarlo, la nostra città sarebbe un posto migliore. Lavoreremo per questo, senza risparmio”.

Salvatore Amarante

Articolo precedenteCaserta: sequestrati due allevamenti zootecnici da 255mila euro
Articolo successivoNapoli, rapina in banca in via san Giacomo: è caccia all’uomo nelle fogne