Camorra, il nuovo pentito: ”Nappello voleva uccidermi perché ho una relazione con la moglie del cugino”

Il 3 aprile scorso. viene redatto il primo verbale illustrativo della sua collaborazione. Ciro Ferrara decide di seguire il figlio Emanuele nel percorso della dissociazione dalla criminalità organizzata. Dopo gli arresti ed i pentimenti ‘eccellenti’, i territori di Chiaiano e Marianella sono in balia degli emergenti e tra costoro ci sono uomini dello spessore criminale […]

Articolo precedenteTavecchio nei guai, una dirigente accusa: ”Mi ha molestata”
Articolo successivoIncidente sulla Firenze-Pisa: morti due operai di San Giorgio a Cremano e Pisciotta