Cardarelli, afflusso straordinario pazienti: attività unità in crisi

Unità di crisi all’ospedale Cardarelli dovuto all’afflusso straordinario di pazienti. Lo rende noto il direttore generale Ciro Verdoliva. “L’analisi dei dati dei nostri sistemi informatici e l’esperienza degli scorsi anni – spiega Verdoliva – ci dà ragione di credere che gli accessi aumenteranno ancor più in occasione della prima ondata di influenza, e molto rapidamente, nelle prossime ore e nei prossimi giorni, portando una situazione già molto complessa a diventare estremamente seria”. Intensificati i contatti con tutte le altre Aziende Ospedaliere per l’individuare la disponibilità di posti letto. I dati aggiornati alle 9 di oggi vedono nel pronto soccorso 230 accessi medi negli ultimi 3 giorni; nell’unità operativa di Osservazione Breve Intensiva, alle 9 di oggi, i pazienti erano 82. Dodici barelle in Medicina d’urgenza; 20 nella Chirurgia d’urgenza; 11 nelle Ortopedie; nessuna in Gastroenterologia d’urgenza, Neurochirurgia, Neurologia e Cardiologia con UTIC.