Imprenditore napoletano arrestato a Firenze per tangenti

Consegna una bustarella con 4.000 euro a un funzionario pubblico perche’ ‘chiuda un occhio’: ma il dirigente del settore viabilita’ e strade della Citta’ metropolitana di Firenze, ex Provincia, la rifiuta, dice che non prende soldi e fa arrestare in flagranza di reato l’emissario di un’impresa aggiudicataria della manutenzione delle strade del Mugello con ribasso di gara del 46,3% su 5 milioni.
L’arrestato – in carcere il 24 novembre e da oggi ai domiciliari dopo l’udienza di convalida -, e’ Raffaele Tizzano, 39 anni, di Mariglianella. E’ accusato di istigazione alla corruzione. Inoltre lo stesso, insieme al titolare e al geometra della ditta Co.Res, per la quale era incaricato di seguire l’appalto, e’ indagato per truffa aggravata in concorso.