Maggio: ”La partita con la Juve non è una gara come le altre”

 

“Non e’ una partita come le altre, lo sento anche perche’ sono a Napoli da dieci anni, dalla rifondazione, e capisco cosa significa lottare per il massimo traguardo”: parole di Christian Maggio, tornato in prima squadra nelle ultime gare dopo l’infortunio di Ghoulam.
“La Juventus e’ un po’ in difficolta’, inutile negarlo, e noi siamo lanciati e determinati ma dobbiamo anche avere la consapevolezza che non abbiamo fatto niente, siamo appena al girone di andata e fare considerazioni azzardate sarebbe un errore gravissimo. La Juve e’ abituata alle sofferenze e sa come si gestiscono le situazioni. Quest’anno anche noi stiamo riuscendo a dominare la fase difensiva e capitalizziamo anche quando non siamo proprio ispiratissimi.
Merito del gruppo che segue Sarri, allenatore che prepara le partite in maniera scientifica: un allenatore esigente ma con cui lavoriamo duramente ma divertendoci”.
Parole di Christian Maggio in esclusiva al telegiornale regionale della Rai. Intervistato da Gianfranco Coppola, Maggio aggiunge: “crediamo di poter condividere coi nostri tifosi un venerdi’ molto molto importante prima di tentare l’exploit in Champions in Olanda. facciamo anche gli scongiuri ma siamo consapevoli di poter recitare un ruolo di assoluto valore in campionato, col gioco e la determinazione. La Juve pero’ ha le classiche sette vite dei gatti”.