Napoli, ferito a coltellate all’esterno di una sala scommesse a Santa Lucia

Una lite davanti al centro scommesse di via Santa Lucia, nella prima serata di ieri, stava costando caro a un 48enne napoletano della zona già conosciuto dalle forze dell’ordine ma senza legami con clan di camorra: Massimo Mazzarella.
Portato all’ospedale Pellegrini da un’ambulanza è stato medicato: aveva numerose ferite al torace e alle braccia erano state provocate da una piccola lama. E’ stato giudicato guaribile in trenta giorni ma ha preferito tornare a casa. Sull’episodio sta indagando la polizia.
Secondo la ricostruzione fatta Mazzarella avrebbe litigato con alcune persone all’esterno della sala scommesse e nel corso della lite qualcuno avrebbe estratto un coltello con il quale lo avrebbe colpito più volte. La polizia sta cercando di capire i motivi della lite.