Ricomincia da Sorrento il parrucchiere anti clan

“Ancora pochi giorni e Salvatore Castelluccio, il parrucchiere che ha dovuto chiudere il suo salone per aver denunciato e fatto arrestare i camorristi che gli chiedevano soldi, potra’ ricominciare a lavorare nel nuovo locale a Sorrento”. A darne notizia e’ il consigliere regionale dei Verdi in Campania, Francesco Emilio Borrelli, che, insieme a Gianni Simioli de La radiazza, ha promosso una serie di iniziative a favore di Castelluccio, per accendere e tenere accesi i riflettori sulla sua vicenda. L’odissea di Castelluccio inizio’ dopo avere denunciato e fatto arrestare gli estorsori della camorra che gli chiedevano il ‘pizzo’. Da quel momento perse tutti i suoi clienti e, malgrado i tentativi di aiutarlo, giunti da varie parti, il parrucchiere non si e’ piu’ risollevato. “Purtroppo, nonostante i continui appelli, – ricorda Borrelli – il salone di Salvatore, in largo Ecce Homo, nel centro storico di Napoli, rimaneva desolatamente vuoto e, quindi, la nostra solidarieta’ s’e’ spostata nella ricerca di fondi per aiutarlo a cambiare citta’ e, fortunatamente, qualche aiuto e’ arrivato, a cominciare da quello promosso dal presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio con una colletta tra dipendenti e fornitori” ha aggiunto Borrelli anticipando che “i lavori di risistemazione dei locali di Sorrento sono in via di ultimazione e l’inaugurazione e’ prevista per il 3 dicembre”. “Dispiace che Salvatore sia stato costretto ad andare via da Napoli, ma siamo contenti che almeno non abbia lasciato del tutto il nostro territorio visto che resta comunque in provincia di Napoli e in Campania”, ha detto ancora Borrelli per il quale “ora sara’ importante sostenerlo in questa nuova avventura per evitare che il suo atto di coraggio, che l’ha portato a denunciare e far arrestare decine di camorristi, gli rovini anche questa nuova avventura”.