Bomba a San Giovanni: i morti sono legati al clan Reale. I NOMI

Ora che si conoscono i nomi il quadro sembra essere più chiaro per gli investigatori. Il morto e la donna ferita nello scoppio di stanotte in via Ferrante Imparato a San Giovanni a Teduccio sono gli stessi bombaroli colpiti dalla deflagrazione della bomba prima che si allontanassero. Si tratta di Antonio Perna, 32 anni, di Ponticelli che risulta avere precedenti penali per rapina e Monica Veneruso, 43 anni precedenti per spaccio ma soprattutto vedova di un cognato del boss Reale del rione Pazzigno.
Ora gli investigatori stanno cercando di capire a chi era rivolta quella intimidazione finita in tragedia. Chi abita nella zona o nel palazzo il cui cancello è stato divelto dalla deflagrazione della bomba che invece ha ucciso il bombarolo. Il fatto è accaduto stanotte poco dopo le 3,30 edè stato segnalato con una telefonata. All’arrivo sul luogo, in via Ferrante Imparato nella zona di Napoli est, i militari hanno trovato due feriti, un uomo e una donna, due automobili parcheggiate e danneggiate dall’esplosione che ha provato danni anche a una cancellata di accesso ad un agglomerato di case popolari. L’uomo, Antonio Perna, 32 anni, è stato portato all’ospedale Loreto Mare dove è deceduto poco dopo il ricovero. La donna, Monica Veneruso, 43 anni, è stata portata all’ospedale Cardarelli.