Campania:consegnate borse studio a figli vittime criminalita

Sono 26 le borse di studio consegnate oggi dalla Fondazione Polis in collaborazione con il Coordinamenti campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalita’ e reati violenti. Le borse di studio sono state consegnate nella sede della Regione Campania dall’assessore all’istruzione Lucia Fortini, dal presidente di Libera Campania Geppino Fiorenza e dal presidente della Fondazione Polis Paolo Siani. L’iniziativa e’ giunta al quarto anno. Oltre alle borse di studio, i ragazzi hanno ricevuto anche il “pacco alla camorra” della Fondazione Polis. “Sosteniamo queata iniziativa del Coordinamento da quattro anni – ha detto Paolo Siani – ma sappiamo anche che dal prossimo anno potremo farlo anche attraverso una legge regionale che ha iniziato il suo iter”. Nel corso dell’evento, infatti, i consiglieri regionali Antonio Marciano e Carmine De Pascale, hanno illustrato ai familiari delle vittime il disegno di legge regionale per l’istituzione del Fondo regionale per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo dei figli delle vittime dei reati intenzionali violenti. La legge regionale andra’ in discussione a gennaio e i firmatari contano che venga approvata in tempo per la giornata nazionale della memoria per le vittime innocenti delle mafie che di solito si svolge a fine marzo. La proposta di legge punta a rafforzare la tutela, il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo dei figli delle vittime dei reati intenzionali violenti e prevede un fondo di 100.000 euro l’anno per rette scolastiche, libri, tasse universitarie dei ragazzi.