Capodanno made in Naples a Piazza del Plebiscito

Napoli su tutte le ruote con il Capodanno organizzato da Comune della città metropolitana a Piazza del Plebiscito.  Sul palco si alterneranno circa cento artisti che proporranno al pubblico brani pop, canzoni popolari dei Sud del mondo, senza dimenticare le canzoni classiche in lingua napoletana.
“Un grande juke box della musica dei Sud” e per l’occasione i Terroni Uniti, con la partecipazione di Capitan Capitone, hanno scritto la canzone “Non è che l’inizio”, vera e propria colonna sonora della notte di Capodanno made in Napoli. Oltre al nutrito gruppo di artisti che si sono uniti sotto il nome di Terroni Uniti, anche i Capitan Capitone guidati da Daniele Sepe. Con loro ci saranno Sal Da Vinci, il giovane talento Andrea Sannino, Luche’, i Desideri, Assurd, Elisabetta Serio, Rosanna Iannacone e Andrea Rossi, Massimo Aliberti “Discoteca Nazionale”, Gianni Simeoli che condurrà la serata con la partecipazione dei Pizzaiuoli Unesco Band.
La serata si arricchirà anche della partecipazione, in collegamento da Milano, di Teo Teocoli e, da Foggia, di Pio & Amedeo. “E’ un Capodanno tutto made in Naples – ha detto il sindaco Luigi de Magistris – che porta sul palco il talento e la creatività del nostro territorio che sono il miglior antidoto a tutto, a ogni forma di devianza e di degrado perché la cultura è la base per costruire l’alternativa”. Il concerto prenderà il via alle 20.30 per concludersi dopo la mezzanotte. E la notte del primo gennaio tutti a ballare sul lungomare dove saranno allestite quattro postazioni dance per accontentare tutti i gusti: alla Rotonda Diaz spazio alla musica techno-house; in piazza Vittoria live music e animazione; in via Partenope balli latino-americani e al Borgo Marinari revival anni Settanta e Ottanta. E come da tradizione per dare il benvenuto al 2018 fuochi d’artificio a Castel dell’Ovo all’1.30. Ma la musica troverà spazio anche nella giornata del primo gennaio. Concerti sono previsti in Villa Comunale, alla Mostra d’Oltremare dove si esibirà la Nuova Orchestra Scarlatti e all’Auditorium di Scampia con il Coro giovanile del Teatro San Carlo diretto dal maestro Morelli. E per chiudere le festività, il giorno della befana, il 6 gennaio, il concerto di Franco Ricciardi in piazza a Scampia.