Concorso infermieri all’azienda ospedaliera dei Colli, Borrelli: “Esposti denunciano brogli per far rientrare gli interinali”

“Purtroppo sull’avviso pubblico per 33 infermieri nell’Azienda ospedaliera dei Colli di Napoli continuano ad addensarsi nubi”. A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, che aveva chiesto e ottenuto la revoca di una precedente versione del bando che assegnava un punteggio maggiore a chi aveva già lavorato in quello stesso ospedale, “creando un’ingiusta disparità e un vantaggio enorme per chi, come gli interinali, non aveva mai superato una selezione pubblica”. “Purtroppo si rincorrono esposti in base ai quali il ricorso alle selezioni per reclutare infermieri e operatori socio sanitari a tempo determinato sia un modo per far rientrare dalla finestra quegli interinali che stiamo mandando via dalla porta” ha aggiunto Borrelli spiegando che “ci sono diverse testimonianze di un sistema perverso che sarebbe stato messo a punto da quei sindacalisti che hanno fatto il bello e il cattivo tempo nella gestione dei lavoratori interinali per aiutarli a superare le selezioni che cominceranno domani, mercoledì 20 dicembre”. “In pratica starebbero invitando i loro amici a non rispondere a tutte le domande perché poi ci penseranno i commissari d’esame, in sede di correzione, a segnare le risposte giuste” ha continuato il consigliere dei Verdi sottolineando che “stranamente anche il regolamento prevedeva che fosse possibile correggere la risposta data in tutte le risposte e non solo in alcune, come previsto in tutti gli altri casi simili”. “A gettare ombre anche il fatto che, in un primo momento, c’era la possibilità di correggere addirittura tutte le risposte date, anche se su questo punto c’è stata un’integrazione della direzione che ha espressamente vietato correzioni” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “proprio quest’ultima modifica, in corso d’opera, però fa ipotizzare che, nelle denunce arrivate, ci sia qualcosa di vero e concreto, motivo per cui ho chiesto alla direzione generale dell’Azienda ospedaliera dei colli di attivare la massima attenzione per garantire il regolare svolgimento della procedura concorsuale, sia in sede d’esame che, soprattutto, quando si passerà alla correzione degli elaborati, anche con l’aiuto delle forze dell’ordine”. Per Borrelli “bisogna anche capire per quale motivo le aziende sanitarie e gli ospedali stiano ricorrendo alle selezioni a tempo determinato piuttosto che procedere all’assunzione degli idonei degli avvisi di mobilità già conclusi, perché potrebbe essere un modo per dare agli interinali quel rapporto con la pubblica amministrazione necessario per una stabilizzazione”.