EAV, Borrelli: “Situazione fuori controllo, serve bigliettaio a bordo”

“L’ennesima aggressione ai danni di un controllore ripropone un tema quanto mai attuale, quello della sicurezza sui mezzi di trasporto che è messa sempre più a rischio come dimostra l’aggressione ai danni di un dipendente dell’Eav preso a pugni su un pullman gestito dall’azienda regionale”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “è necessario cominciare a punire i responsabili di questi atti criminali per i reati che commettono, senza alcuna indulgenza perché solo in questo modo riusciremo a limitare atteggiamenti violenti che stanno prendendo il sopravvento sui mezzi pubblici campani”. “Anche la presenza del bigliettaio a bordo potrebbe limitare episodi di questo tipo perché chi è senza biglietto non salirebbe sul pullman e quindi verrebbero meno i motivi che spesso sono alla base delle aggressioni” ha aggiunto ricordando che “proprio l’Eav ha avviato una sperimentazione che, nelle prime settimane, ha portato a un aumento degli incassi ma non tale da giustificare le spese per la presenza di un dipendente a bordo oltre all’autista, ma nel valutare l’impatto del bigliettaio a bordo bisogna tener conto anche della maggiore sicurezza, del contributo a ridurre le possibili cause di atti violenti e delle migliori condizioni di viaggio”.