Eboli, perde il lavoro e litiga in casa: 52enne tenta il suicidio

Un dramma che fortunatamente si è solo sfiorato quello che vede protagonista un uomo cinquantenne di Eboli che, disperato dalla perdita del lavoro, ha afferrato un coltello e si è dapprima ferito ad un arto superiore e successivamente ha minacciato il suicidio puntandosi la lama sul ventre. Tempestivo e fondamentale è stato l’intervento delle forze dell’ordine arrivate sul posto, allertate dalla moglie dell’uomo sono riuscite nell’intento di farlo desistere dall’insano gesto. L’uomo è stato poi trasportato in ospedale e poi è stato disposto per lui un ricovero nel reparto di psichiatria all’ospedale di Salerno. Nel contempo, i militari hanno raccolto le dichiarazioni della moglie che ha parlato di un clima teso in casa dal momento in cui il marito ha ricevuto la lettera di licenziamento da un’azienda molto nota della zona industriale. Un fatto analogo, conclusosi però in tragedia, era successo solo qualche settimana precedente ad un 52enne del rione Pescara che, per i medesimi motivi, si era tolto la vita.

Antonio Citarelli