Evade dai domiciliari per comprare il latte alla figlia: travolta e uccisa da una moto

La sua era stata un’evasione “di necessità”: doveva compare il latte alla figlioletta. Avrebbe dovuto solo attraversare la strada per andare nel negozio di fronte. Ma mentre attraversa il lungomare Colombo a Salerno è arrivato uno scooter che l’ha travolta e uccisa. E’ morta così a 45 anni Giovanna Corrado Ceruso nota pusher di Pontecagnano.
Il giovane centauro salernitano che l’ha investita è indagato per omicidio colposo.La Ceruso era stata arrestata nel settembre 2016 nell’ambito del blitz denominato “Italo” con 62 arresti tra Salerno e la Piana del Sele. Aveva ottenuto gli arresti domiciliari per le sue condizioni di salute e perchè doveva sottoporsi ad alcune terapie. Per uno strano scherzo del destino lei che era un’abile centaura è stata travolta e uccisa proprio da una moto. Nel corso delle indagini che portarono al blitz e anche al suo arresto gli investigatori che la pedinavano ebbero non poche difficoltà a starle dietro: si spostava in sella al suo KMT 990 per arrivare a Scampia e a Torre Annunziata per acquistare la droga che il suo gruppo spacciava tra giovani salernitani.