Il lavoro online del broker finanziario

Nel mondo della finanza una delle figure di maggior spicco è il lavoro del broker, portata alla ribalta da film come “La Ricerca della Felicità” di Muccino e “The Wolf of Wall Street” con protagonista Leonardo Di Caprio.

Ma chi è davvero un broker finanziario? Come svolge il suo lavoro?

Nel trading finanziario il broker è una figura chiave, anello di congiunzione tra richieste ed esigenze del cliente e le offerte del mercato. E’, per dirlo in termini più semplici, l’intermediario tra chi vuole investire i propri capitali ed i vari segmenti del mercato finanziario in cui è possibile farlo.

Ma cosa fa nello specifico un broker finanziario?

Il broker che fa un lavoro online si occupa principalmente di investire i capitali del cliente, seguendone le direttive e suggerendo soluzioni, in strumenti finanziari con l’obbiettivo di trarne un guadagno.

Competenza principale per svolgere il lavoro del broker finanziario è quella di conoscere approfonditamente il mondo dei mercati finanziari e le caratteristiche del mercato stesso, in modo da poter proporre al cliente gli investimenti adatti alle sue necessità.

Essenziale è anche la sua capacità, acquisita col tempo attraverso le diverse esperienze operate sul campo, di interpretare le esigenze del cliente in base a dove desidera andare ad operare ed al suo profilo di rischio. Unendo queste due competenze il broker finanziario è in grado di indirizzare il cliente verso investimenti conformi ai suoi bisogni traendone un profitto.

Esistono diversi tipi di lavori online, è il broker finanziario che si differenziano per i vari segmenti di mercato nel quale si sono specializzati, come ad esempio i broker di materie prime che si occupano del commercio delle stesse. Esistono però anche broker a servizio completo la cui competenza spazia in più settori del trading finanziario.

Come si diventa broker finanziario?

Anche se non è necessario possederne una, in Italia non esiste purtroppo un corso di laurea specifico che indirizzi verso questa professione. L’unico percorso di studi che potrebbe essere preso in considerazione come punto di partenza, è quello di Economia, ma essendo il broker finanziario una figura che si occupa per l’appunto di finanza, una laurea in Economia non dà i requisiti necessari per svolgere questa professione ma soltanto un’infarinatura generale sugli argomenti base.

Può essere utile conseguire un master in Business Administration, ma sono lo studio di testi finanziari al fine di comprendere l’evoluzione dei mercati sempre in movimento e l’esperienza sul campo i migliori maestri.
Per praticare la professione di broker finanziario è necessario essere iscritti all’Albo dei Broker dopo aver superato gli esami scritti ed orali richiesti dallo stato.

Molti si chiederanno anche se è necessario avere un capitale proprio di rilevanza, all’inizio e anche se avere in partenza una copertura monetaria sostanziosa può essere d’aiuto, non è necessario essere ricchi per diventare un broker.

Ricapitolando, per diventare un broker finanziario:

  • non è necessaria una laurea
  • può essere utile intraprendere un percorso di studi in Economia
  • un altro titolo di studio utile è il master in Business Administration
  • è necessario superare un Esame di Stato scritto ed orale
  • è necessario essere iscritti all’Albo dei Broker Finanziari
  • non serve essere ricchi

Quanto guadagna un broker?

E’ anzitutto necessario chiarire che operare nel mondo del trading finanziario non è così semplice come può sembrare: la concorrenza è altissima ed il mercato così vasto che studio e talento spesso non sono sufficienti. E’ anche vero però che l’esperienza solitamente paga e che più il broker finanziario è in grado di immagazzinarne, più le possibilità di un buon rendimento si presentano alla giusta portata.

Quanto guadagna un broker dunque è una domanda alla quale si può rispondere soltanto tenendo in considerazione questi fattori, valutando che la risposta dipende da numerosi elementi.

Da tenere in considerazione è, ovviamente, l’ampiezza del suo portfolio clienti e la capacità di soddisfarne le esigenze suggerendo loro gli investimenti più conformi alle loro esigenze.
Si parla dunque dell’abilità del broker stesso che, con un portfolio ampio, aumenta le proprie possibilità di guadagno, arrivando addirittura a sfiorare picchi di 10.000 euro al mese.

All’inizio però non è così semplice raggiungere certi guadagni e molti broker finanziari lavorano online alle dipendenze di agenzie di brokeraggio con uno stipendio fisso non proprio esaltante al quale vengono aggiunte provvigioni.

Per raggiungere grandi guadagni bisogna lavorare sodo, come in ogni ambito, senza farsi abbagliare dall’idea che il lavoro del broker finanziario possa far diventare ricchi con uno schiocco di dita.