L’Avellino calcio regala la maglia a Luigi, il baby calciatore in coma perché colpito da un proiettile vagante

Come annunciato in un comunicato stampa dalla società Avellino calcio ieri sera prima del fischio d’inizio della partita Avellino-Ternana, allo stadio Partenio, valevole per campionato di serie B i vertici della società irpina hanno regalato una maglia biancoverdere al 14enne baby calciatore di Parete in provincia di Caserta, Luigi Pellegrino. Il giovane in coma dalla vigilia di Natale perché colpito da un proiettile vagante avrebbe dovuto firmare mercoledì il suo primo contratto proprio conl’Avellino. A voler regalare la maglia biancoverde il presidente Taccone e Di Tacchio  che hanno consegnato la casacca al sindaco di Parete. All’incontro ha partecipato anche Massimo Nugnes, presidente della Frocalcio, l’accademia presso la quale Luigi da anni si allenava preparandosi al grande salto nel mondo del calcio.
Anche il mondo dello sport e delle associazioni di Caserta, si mobilita per il povero Luigi: oggi alle 16.30 raduno presso il Palazzetto dello Sport di Viale Medaglie d’oro a Caserta. Primi firmatari dell’appello: Libera – Coordinamento Provinciale di Caserta, Comitato don Peppe Diana, Centro Minibasket Città di Caserta Under 13, Settore Giovanile Casertana Calcio FC, Ufficio Consiglierà di Parità Provincia di Caserta, L.I.P.U., Tatanka Club Fitness Caserta, Hombre Libre – Corsi difesa personale antiviolenza e antibullismo, Centro Ekate Casagiove, Ali e Radici, Lavoro e Immigrazione, Associazione Volontà Donna, Rete Informale Genitori, Associazione Koinè, Associazione Generazione Libera Caserta, Consorzio N.C.O. Nuova Cooperazione Organizzata, Coop. Sociale Il Cuore Felice, Associazione FareAmbiente. Per adesioni: Pagina Facebook Libera Città di Caserta @PresidioLiberaCasertacitta.