Napoli, aggressione al poliziotto: le congratulazioni ‘social’ al branco dopo le scarcerazioni

Dopo la scarcerazione, arrivano anche i commenti di congratulazione e di soddisfazione sui social.

“Vedrete, andrà bene e tornerete più forti di prima” , hanno scritto gli amici sulla pagina social Monica Amato, la 29enne figlia della donna boss “zia” Rosaria Pagano che era finita agli arresti domiciliari il mese scorso per il violento pestaggio a un poliziotto della Squadra Mobile di Napoli e alla sua famiglia in seguito a una lite per motivi di viabilità lo scorso giugno nella zona di Mergellina. Per lei il Riesame ha stabilito solo l’obbligo di firma mentre oer il fidanzato Donato Belardo sono arrivati gli arresti domiciliari. E non a caso scrivono “Finalmente il relax, dopo quattordici giorni lontani”.
Tanti i commenti di solidarietà da parte degli amici. Il Riesame ha scarcerato  anche Maurizio Pomo, 43 anni,(l’altro che era finito in carcere con Belardo) e la moglie Concetta Madonna, che invece era stata posta ai domiciliari con la Amato e altri due. Un duro colpo per la Procura ma anche per la Squadra Mobile di Napoli che il mese scorso dopo 4 mesi di serrate e intense indagini aveva ottenuto le misure cautelari nei confronti del branco di Melito che aveva scatenato scene di ordinaria guerriglia in strada contro l’agente di polizia e la famiglia. L’inchiesta nel frattempo continua e ora si aspettano le prossime mosse della Procura.