Napoli, Diawara: “Sono d’accordo con il presidente, il primo posto conta a maggio”

“A Torino vogliamo fare punti e ripartire per riprendere la nostra strada al vertice”. Cosi’ il centrocampista del Napoli, Amadou Diawara, ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Nelle ultime due partite di campionato la squadra di Sarri ha raccolto un solo punto, dopo la sconfitta interna con la Juventus e’ arrivato il pari casalingo con la Fiorentina, risultati che sono costati la vetta della classifica agli azzurri anche se il primo posto e’ ad appena un punto. “Un momento meno brillante puo’ capitare a tutte le squadre nell’arco di una stagione, ma noi sappiamo benissimo cosa possiamo dare e siamo consapevoli delle nostre potenzialita’. Sono d’accordo con il presidente, non e’ importante esser primi a gennaio ma a maggio – ha dichiarato Diawara -. Col Torino sara’ una partita difficile, un match durissimo contro una squadra forte, pero’ vogliamo fare una grande prestazione per dimostrare il nostro vero valore. Faremo di tutto per fare punti”. L’organico del Napoli ha grandi qualita’, giocatori di spicco, gregari importanti e un allenatore che ha saputo dare un gioco e una mentalita’ vincente alla squadra, ma secondo Diawara tra i segreti c’e’ anche “l’unita’ del gruppo, siamo amici e anche ieri sera alla cena siamo stati bene, sappiamo tutti che dobbiamo lavorare come sempre per tornare al top della condizione”. In questa stagione Diwara si e’ tolto lo sfizio di segnare in Champions e in casa del Manchester City. “Segnare davanti a Yaya Toure e’ stata una cosa incredibile ed importante per la mia carriera”, ha dichiarato il guineano. “Insigne sta meglio” e fa “tanti scherzi”, Diawara parla di se stesso e del suo ruolo. “Per me essere qui e’ un sogno, giocare in una realta’ cosi’ importante e’ il massimo. Ho trovato dei compagni eccezionali, giocatori d’esperienza come Reina e Albiol mi hanno dato una grande mano, poi c’e’ un allenatore che mi aiuta a crescere giorno per giorno. La competitivita’ in un gruppo e’ importante e io gioco in un ruolo delicato. Voglio ripagare la stima dando il mio contributo per raggiungere un traguardo di prestigio”. Ultima battuta sul regalo di Natale. “Io il mio regalo ce l’ho gia’ ed e’ il Napoli. Sono felicissimo di essere in questo club ed in questa citta’ meravigliosa…”.