Napoli, tenta la fuga sui tetti per evitare la cattura: preso 40enne

Scappare sui tetti per sfuggire a un ordine di carcerazione, ma viene notato dai Carabinieri dall’appartamento di fronte. E’ finita così in salita Scudillo, a Napoli, la tentata fuga di M.F. 40enne già noto alle forze dell’ordine e ricercato per un ordine di carcerazione emesso il 1° dicembre dalla Procura di Nola. Il 40enne dovrà scontare un residuo pena di un anno e 4 mesi di reclusione per una rapina aggravata con “filo di banca” commessa a Marigliano nel 2007 ai danni di un uomo che aveva prelevato in banca 10mila euro.
I Carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli avevano cercato M.F. a casa e nei luoghi da lui solitamente frequentati, senza trovarlo. Le ricerche sono proseguite e i Carabinieri sono andati a cercarlo a casa della sorella, al terzo piano di un palazzo in salita Scudillo. Quando hanno bussato alla porta però nessuno ha aperto o si è fatto sentire per un po’ di tempo, verosimilmente il tempo necessario per nascondersi o altro.
Ma la casa era stata circondata e i militari che si erano recati nell’appartamento di fronte, affacciandosi al terrazzino, hanno visto il 40enne in bilico su un cornicione che tentava di darsi alla fuga attraverso i tetti. L’uomo è stato bloccato e portato in caserma e, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale.