Pompei, arriva il primo defibrillatore pubblico

Arriva il primo defibrillatore pubblico a Pompei. Questa mattina al Comune è andata in scena la cerimonia per la prima installazione del macchinario salvavita, nell’ambito dell’iniziativa “Rotary for Heart” voluta dal Rotary Club Pompei-Villa dei misteri e dall’assessore alla sanità Antonio Coppola. Alla cerimonia era presente anche il sindaco Pietro Amitrano che ha presieduto il convegno moderato dal dottor Raffaele Esposito.
Sono seguiti i saluti del vicepresidente del Rotary Club Umberto Matrone che ha illustrato il progetto. Importante contributo è stato anche l’intervento della dottoressa Giovanna Grasso, anestesista rianimatore. A seguire i saluti della governatrice emerita del Rotary Maria Rita Acciardi. Il progetto è poi stato illustrato dal dottor Antonio Coppola, medico anestesista e assessore con delega alla sanità del Comune di Pompei.
“E’ importante dare informazioni utili alla cittadinanza su come salvare una vita umana in poche mosse – ha commentato – Con un defibrillatore a portata di mano si possono salvare vite umane, soprattutto perché in questi casi l’arrivo dei soccorsi potrebbe risultare tardivo. I soccorritori potrebbero avere solo pochi muniti per evitare il peggio. Siamo in una città frequentata da turisti provenienti da ogni parte del mondo, molti dei quali in età avanzata. Installando defibrillatori in diversi punti strategici potrebbe essere utile a garantire una sicurezza maggiore ai visitatori provenienti da ogni parte del mondo, sia per la bellezza dei nostri Scavi sia nell’ambito di un turismo religioso”. Infatti si tratta di una prima installazione, altri defibrillatori dovranno essere garantiti in più punti della città.