Sarri: ”Oggi abbiamo scalato una montagna, complimenti alla Samp”

“E’ stata una partita piena di episodi non favorevoli. Abbiamo preso un gol super da circa 35 metri, abbiamo subito un rigore e siamo rimasti in dieci. I ragazzi potevano avere qualche contraccolpo, invece abbiamo reagito sempre alla grande e abbiamo scalato una montagna. Abbiamo vinto una gara importante, contro l’unica squadra che finora e’ venuta qui a giocare a viso aperto. La Samp e’ forte ed e’ ben allenata. Il primo tempo e’ stato giocato a ritmi infernali; e’ naturale che nella ripresa le due formazioni abbiano calato un po’ la velocita’ del gioco”.
Cosi’, ai microfoni di Premium Sport, al termine di Napoli-Sampdoria, il tecnico dei partenopei, Maurizio Sarri. “Marek Hamsik e’ un giocatore straordinario. Ha grandi qualita’ tecniche, fisiche e morali: sono pronto ad aspettarlo sempre e comunque. Noi siamo presi ora dai suoi numeri ma e’ tutto l’Hamsik in generale che dobbiamo considerare”, ha aggiunto Sarri. “Allan e’ sempre stato per noi un giocatore importantissimo. Ha grandi doti di interdizione e lo sapevamo ma sta crescendo molto anche dal punto di vista qualitativo. In quella zona del campo abbiamo tante soluzioni”, ha spiegato ancora il tecnico azzurro. “Mertens ha fatto solo un paio di gare sottotono. Ora e’ tornato vivo, nelle ultime due gare. Il gol? Non mi preoccupa il fatto che Dris non segni. L’importante e’ che giochi cosi’; le reti di conseguenza arriveranno”, ha puntualizzato Sarri. “Inglese? Se arrivera’ vedremo il suo valore e faro’ le mie scelte. La gara di questa sera? Non mi interessa. Oggi rivedro’ la mamma dopo due mesi e staro’ in famiglia”, ha concluso l’allenatore del Napoli.