Scoppia un nuovo caso Donnarumma, Raiola accusa il Milan di ‘violenza morale’

Non c’è pace in casa Milan. A due giorni dalla vittoria contro il Bologna che sembrava aver riportato parzialmente il sereno, una nuova nube minacciosa fa capolino sotto il cielo di Milanello. Una nuvola alta 1 e 96 che arriva da Castellammare di Stabia. Tra Gigio Donnarumma e il club rossonero ci sarebbero infatti nuove frizioni legate a presunte pressioni ricevute dal portiere prima di firmare quest’estate il prolungamento di contratto fino al 2021 per un ingaggio da oltre 5 milioni e mezzo di euro all’anno, bonus esclusi. Il clima tra le parti sarebbe particolarmente teso al punto che, secondo quanto riportato da ‘Il Corriere della Sera’, Mino Raiola tramite il suo consulente legale avrebbe inviato una comunicazione alla società in cui si invoca l’annullamento del contratto con la motivazione di una presunta violenza morale che il portiere avrebbe subito.
E’ difficile valutare oggi se il tormentone di quest’estate in merito al rinnovo del baby portiere possa avere una coda imprevista dalle parti di Via Aldo Rossi nei prossimi mesi, ma non è certo un mistero che sono diversi i top club europei pronti a bussare alla porta del Milan in caso di addio. Su tutti il Real Madrid e il Paris Saint-Germain, disposti a fare ponti d’oro a Mino Raiola per assicurarsi un giocatore che potrebbe risolvere i problemi tra i pali di qualsiasi squadra potenzialmente per oltre quindici anni. Se però al momento il potente procuratore tace trincerandosi dietro un ‘no comment’, in rappresentanza del Milan è intervenuto, alla vigilia dell’ottavo di finale di Coppa Italia contro l’Hellas Verona, il tecnico Rino Gattuso. “Non c’è nessun problema. Vedo un ragazzo tranquillo.
Non dirò se giocherà o meno, non ho ancora deciso”, ha raccontato allenatore del Palermo ai microfoni del canale tematico rossonero. In ogni caso è previsto un incontro tra il portiere e i vertici della società lombarda per chiarire i contorni di questa vicenda. “Ci sono i diretti interessati, il dottor Fassone e Mirabelli, che parleranno se ci sono problemi – ha poi aggiunto Gattuso – Io non tocco certe problematiche con Gigi, anche se parlo con lui tutti i giorni. Da parte sua non ho mai sentito dire che saranno le ultime partite, anzi è uno che dopo Benevento era molto triste e gli brucia”. Caso rientrato o nuova telenovela in arrivo?