‘Vi chiedo scusa, era uno scherzo’ il poliziotto in pensione ‘eroe nazionale’ per alcune ore ammette che la notizia del ritrovamento dei 100mila euro era un falso

Ha beffato il web per alcune ore. Era diventato famoso in tutto il mondo, una sorta di eroe nazionale e l’emblema dell’onestà delle forze di polizia italiane. Ma invece no. Era un falso. Ma non una fake news inventata da giornalisti senza scrupoli. Ma da un poliziotto in pensione che si è guadagnato la popolarità del web diffondendo una notizia falsa ripresa dai siti dei tg e dei giornali nazionali e persino dalle pagine della polizia. La sua giustificazione sul fatto che si tratti di uno scherzo serve a poco a niente. Il web ha macinato la sua notizia ovunque. Ma purtroppo per lui, non era niente vero. Antonio Iozzino, poliziotto in pensione di Castellammare di Stabia da oggi sarà quello della bufala. Ecco il suo post pubblicato poco dopo le 12 di oggi sulla sua pagina facebook.
Buongiorno a voi tutti cari amici …
Vi chiedo umilmente ops di questo mio post inerente il ritrovamento di una somma di denaro …. che avevo copiato tramite un programma in rete…
Non immaginavo che potesse essere condivisa da tanti e creare tanto interesse.
Sono dispiaciuto, anche frastornato dalle telefonate e commenti, vi chiedo ancora scusa ..
Non sono una persona degna della vs stima, ma ripeto, sono dispiaciuto assai di tutto ciò.
Né farò tesoro di cosa possa essere su fb un innocuo scherzo da un programma che molti conoscono.
Vi prego di perdonarmi, sono stato un incosciente nel non saper valutare la potenza di fb su qualsiasi notizia falsa….
Antonio iozzino./