Woody Allen: dal 14 dicembre in sala con La ruota delle meraviglie

Nelle sale italiane dal 14 dicembre l’ultimo lavoro di Woody Allen, “La ruota delle meraviglie”. La protagonista del film è Kate Winslet e pare sia già in odore di nomination all’Oscar. Il film, ambientato negli anni Cinquanta, racconta le vicende di quattro personaggi le cui vite si intrecciano al parco dei divertimenti di Coney Island. Parco dei divertimenti già citato dal regista con una battuta di Alvy Singer nel film “Io e Annie”.
Fotografato dal maestro Vittorio Storaro alla sua seconda collaborazione con Allen – sul set si alternano Kate Winslet che interpreta Ginny: un’aspirante attrice rimasta tale che vive di rimpianti con il secondo marito che non ama; Jim Belushi è Humpty e ha una relazione con il bagnino Mickey, interpretato da Justin Timberlake. Infine c’è Carolina – Juno Temple -, scappata dal marito mafioso e i suoi accoliti, di cui Mickey rapidamente si invaghisce scatenando gelosie e spegnendo le possibilità di una vita diversa.
Quindi la trama è questa: Ginny, con un figlio tendenzialmente piromane di dieci anni, ha sposato in seconde nozze Humpty che lavora nel Luna Park di Coney Island. E’ insoddisfatta di quel matrimonio e trova nel bagnino Mickey un uomo colto che possa comprendere anche le sue velleità di attrice. Un giorno però arriva a sconvolgere i fragili equilibri Carolina, figlia di Humpty e fuggita dall’entourage del marito mafioso. Quando Mickey ne fa la conoscenza Ginny avverte l’imminenza di un pericolo.
La ruota delle meraviglie rappresenta simbolicamente quella ruota che è la vita di ogni protagonista. Dopo “Café Society”, Woody Allen si insinua con questo ultimo lavoro cinematografico, nei drammi quotidiani di piccole vite di uomini e donne che cercano di strappare ogni giorno un momento di luce.