Sono scattate per un albanese di 68 anni le manette a seguito di indagini effettuate dalla Procura di Salerno. L’uomo da quasi ventiquattro mesi costringeva una ragazzina di appena quattordici anni a inviare tramite Facebook video erotici realizzati con la webcam. E in seguito al rifiuto della ragazza a continuare a produrre e inviare filmati, aveva pubblicato alcuni cortometraggi erotici rendendoli visibili ad amici e parenti. L’uomo ricercato in campo internazionale, è stato arrestato ieri all’aeroporto di Fiumicino dalla polizia insieme allo Scip della Direzione centrale della polizia criminale. A denunciare il tutto alle forze dell’ordine è stata la madre della ragazzina. L’uomo era colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa, su richiesta della Procura di Salerno, dal gip di Salerno per violenza sessuale aggravata, divulgazione di materiale pedopornografico, accesso abusivo a sistema informatico, sostituzione di persona e atti persecutori in danno di minore.

Ciro Serrapica