La Giunta comunale, su proposta del sindaco Luigi de Magistris, ha conferito la cittadinanza onoraria ad Abdullah Ocalan, leader del partito curdo Pkk, in carcere dal 1999. La decisione vuol essere “un pubblico attestato dei sentimenti di condivisione dei principi di democrazia, uguaglianza e libertà per il popolo curdo, al quale la città di Napoli è legata da affetto, stima ed amicizia”. Abdullah Öcalan, leader del PKK, il Partito dei Lavoratori del Kurdistan, dopo essere stato catturato a Nairobi (Kenya) il 15 febbraio 1999, è stato condannato a morte il 29 giugno 1999 per attività separatista armata, considerata come terrorismo dalla Turchia, Stati Uniti e Unione europea. La pena è stata commutata in ergastolo nel 2002, allo Da allora è l’unico detenuto dell’isola-prigione di İmralı.

 

Longobardi