La Dda indaga sui voti alla lista civica del parente del pentito Loreto

Un nodo tra politica e clan, un nodo da chiarire per scongiurare il pericolo che la camorra si sia infiltrata nuovamente nei gangli dell’amministrazione scafatese. Un nodo che il pentito Pasquale Loreto non è riuscito a chiarire e che Alfonso Loreto, il figlio, saprà certamente raccontare. E sì perché Alfonsino ha partecipato attivamente alle ultime […]

Articolo precedenteCastellammare. Terme di Stabia: l’ennesimo spreco ai danni degli stabiesi
Articolo successivoCastellammare. Politica: “I padroni del Pd tengono in pugno la città”