Si chiama Alfonso Ferriero il pregiudicato di 52 anni ferito nel primo pomeriggio a colpi di arma da fuoco in piazzetta San Severo al rione Sanità. L’uomo è stato colpito all’inguine nel corso di una delle tante “steseE che si stanno verifiocando nell’ultimo periodo nel quatiere. Ferriero è stato centrato all’inguine ed ora si trova ricoverato al vecchio pellegrini ma le sue condizioi non sono gravi. Ferriero è stato legato al clan Misso ed è uno specialiste nelle rapine. Faceva parte della banda di rapinatori che agli inizi degli anni Duemila compì una lunga serie di rapine in banche e uffici postali al Nord Italia. Utilizzavano sempre la stessa tecnica:  affittava appartamenti adiacenti a banche o uffici postali, bucava i muri di confine e infine faceva irruzione armi alla mano. Ferriero era stato arrestato dopo una lunga latitanza nell’agosto del 2009 perché doveva scontare 5 anni di carcere. Il ferimento di Ferriero secongo gli investigatori è da inquadrarsi nella nuova lotta in atto alla Sanità tra i clan Vastarella-Tolomelli, alleati con i Licciardi di Secondigliano e i mallardo di Giugliano per cacciare “definitivamente” i Misso e i Lo Russo dal quartiere.

 

Redazione Cronache della Campania