Ha fatto perdere le sue tracce  dopo alcune ore dall’agguato Walter Mallo il giovane boss emergente della periferia Nord di Napoli. Il suo racconto fatto agli investigatori sull’agguato subìto due notti fa è pieno di lacune e la squadra mobile ha già inoltrato un’informativa alla Dda di Napoli che deciderà quali procedimenti adottare nei suoi confronti. Potrebbe essere iscritto nel registro degli indagati per favoreggiamento. Nel frattempo ha preferito far perdere le sue tracce. Anche la sua bacheca facebook ricca di messaggi per amici e nemici è ferma da oltre una settimana. L’ultimo post è datato 16 aprile e scrive “pazienza è saggezza” su una foto di un anziano vestito di nero di cui si vedono solo le mani con un anello e il bastone e con su impresso uno dei famosi aforismi del dj techno Carlo Prevale “La pazienza ha più potere della forza”. Ma il giorno precedente aveva postato accanto e tre sue foto: “il destino non ha potuto fare altro che abbassarsi ai miei piedi ciò che voglio lo raggiungo”. Ma sono emblematici invece i due post del 15 aprile, giorno dell’arresto di Carlo Lo Russo, della moglie e dei suoi tre fedelissimi. Nel primo Mallo scrive:  “signori e signore presto assisteremo al terzo pentimento del disonore”, evidentemente indicando con un possibile pentimento del boss appena arrestato dopo quelli dei fratelli Salvatore e Mario. E nell’altro invece: ” vengo dalla vecchia guardia quella fatta da uomini con valori nascosti, la loro umiltà mi e stata trasmessa e la porterò avanti sempre …. il sangue onorato vincerà”. Ma tutta la sua bacheca è ricca di messaggi in codice e di frasi celebri come quella con la foto di Fidel Castro: “Patria o Murte, Venceremos!”.Walter Mallo era stato arrestato per la prima volta il 2 marzo 2009 all’età di 19 anni. I poliziotti della squadra giudiziaria del commissariato Scampia lo fermarono in via Labriola e scoprirono una postazione dedita allo spaccio di stupefacenti all’interno della scala d’emergenza tra due isolati. Oggi Waletr Mallo di strada ne ha fatta tanta negli ambienti criminale e può cobtare su un agguerrito gruppo di giovani ma spietati killer e di affiliati nella zona di Miano ma anche nella zona di Frattamaggiore e Grumo Nevano.

Redazione Cronache della Campania