Ha ragione Raffaele Cantone quando dice che Gomorra è solo una fiction e che quella non è Napoli. Purtroppo la tv e il cinema hanno sempre avuto influenze ,spesso negative, sui più giovani. E purtroppo è capitato anche questa volta. da stamattina sta girando in rete che rischia di diventare un fenomeno mediatico, e che stato pubblicato da Dagospia e poi passato su YouTube. E’ la Gomorra dei bambini”. Il video è stato girato con un telefonino da un provetto regista da un balcone che affaccia sul vico Carceri san felice dietro piazza Dante. Un gruppo di ragazzini che, armi giocattolo in pugno, mimano i boss di Gomorra, con tanto di spietata esecuzione e rocambolesca fuga. Si muovono proprio come gli attori-killer della fiction, sono vestiti allo stesso modo. Ma è solo un gioco? No. Viene fuori, infatti, che l’altra sera quei ragazzini erano attori della loro fiction, girata, come quella in onda su Sky, nei luoghi dell’altra Napoli. Una sorta di mini-Gomorra, insomma. Con un baby-regista d’eccezione: un 12enne con la passione per il cinema, apparso anche in una scena di Gomorra, l’originale.

Redazione Cronache della Campania