Una delle vittime del Bangladesh viveva ad Acerra

Era originario del Casertano, di Piedimonte Matese, e si era trasferito ad Acerra nell'ottobre del 2015, Vincenzo D'Allestro, 46 anni, una delle nove vittime italiane trucidate ieri dal commando dell'Isis in un bar di Dacca (Bangladesh) frequentato da occidentali. Nato a Wetzikon, in Svizzera, D'Allestro era nel locale dove è avvenuta la strage in compagnia […]

Articolo precedenteRione Traiano: è caccia allo scooter pirata che stanotte ha ucciso il 16enne in via Marco Aurelio
Articolo successivoCastellammare, lo “strappo” in Stabia Popolare rischia di far implodere subito la maggioranza di Pannullo