Una transessuale iscritta all’Associazione trans italiana, registrata come donna all’anagrafe, vittima di discriminazioni in ospedale: a denunciare l’accaduto è l’assessore alle Pari Opportunità del Comune di apoli, Daniela Villani. La donna, fa sapere l’assessore, è stata offesa e umiliata dal personale paramedico del San Giovanni Bosco di Napoli a cui si era rivolta per problemi cardiaci. “La signora Nunzia – dice l’assessore Villani – per non sostenere l’attacco gratuito e inaccettabile ha deciso di rinunciare alle cure ed è andata via”. “L’Amministrazione comunale di Napoli – precisa l’assessore alle pari opportunità – è da sempre in prima fila sui diritti civili e contro le discriminazioni, per l’inclusione e il rispetto alle diversità”. “Combattiamo l’ignoranza e vogliamo costruire una città contro ogni discriminazione – sottolinea Villani – in cui le persone (maschi, donne, etero e lgbt) siano educate al rispetto reciproco per la vittoria della comunità e della sensibilità”. L’assessore comunale si è detta “costernata per l’accaduto” e ha rivolto le sue scuse alla signora Nunzia “a nome della città. Siamo al suo fianco”. Villani ha inoltre invitato la signora Nunzia a contattare l’assessorato.

Redazione Cronache della Campania