Si sono aggravate le condizioni della transessuale che, venerdì scorso, ha rifiutato il ricovero all’ospedale “San Giovanni Bosco” di Napoli perché umiliata e offesa dagli infermieri che – secondo quanto riferito dall’assessore comunale alle pari opportunità, Daniela Villani – l’avevano derisa al momento del trasferimento in reparto. A riferire dell’aggravamento delle condizioni della donna, che ha 54 anni e ha avuto problemi di natura cardiaca, é stato il consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli (Davvero Verdi) che ha reso noto che ora la donna è stata ricoverata nell’ospedale “Loreto Mare” di Napoli. “Sono senza parole – dice Borrelli, componente della Commissiore consiliare Sanità -. Lunedì mattina chiederò al presidente della Commissione Raffaele Topo di convocare urgentemente i vertici dell’ospedale e il neo direttore della Asl in Commissione su questa vicenda che se avrà dei riscontri effettivi potrà avere conseguenze gravissime sui protagonisti, soprattutto se la paziente, a causa loro, non è stata assistita e non è stata curata a dovere, causando un aggravamento delle sue condizioni fisiche. Su questa storia – conclude Borrelli – andremo fino in fondo”.

Redazione Cronache della Campania