Scoperte oltre 200 false assunzioni nella Metro C di Roma e per la Napoli-Salerno: 5 arresti e 75 indagati.La “mente” era a Qualiano

Costituivano società fittizie, riconducibili formalmente a prestanome, utilizzate per eseguire indebite compensazioni fiscali. Cinque persone sono state raggiunte da altrettante ordinanze di custodia cautelare (una in carcere e quattro agli arresti domiciliari), emesse dal gip di Napoli su richiesta della Procura partenopea, e sono indagate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno dello Stato, indebite compensazioni di crediti d’imposta, utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. In carcere è finito il ragioniere di Qualiano,  Luigi Cerchia, mentre ai domiciliari invece Gianrodolfo Bertoli,  Donatello Di Tommaso, Stefano Miscoli  e Valter De Carolis,Contestualmente, i militari della Guardia di Finanza di Giugliano hanno eseguito un sequestro preventivo per equivalente nei confronti di 74 indagati, per un valore complessivo di circa 45 milioni di euro. Il gruppo criminale era capeggiato da un falso consulente del lavoro con uffici a Qualiano, in provincia di Napoli, e Cassino, in provincia di Frosinone. A beneficiare dell’attività di costituzione di società fittizie sono risultati numerosi datori di lavoro, imprese e società di capitali aventi sede principalmente nelle province di Napoli e di Roma.Tali società, operanti in regime di appalto o sub-appalto per la realizzazione di opere pubbliche tra le quali la Metro C di Roma, l’ammodernamento dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria e la realizzazione della direttrice Civitavecchia-Orte-Terni-Rieti, si sono servite di società “cartiere” create dal falso consulente del lavoro per inquadrare il personale dipendente ed estinguere i debiti relativi principalmente a contributi e oneri previdenziali da lavoro dipendente maturati nei confronti dello Stato. Nel periodo tra il 2009 e il 2013 sono state accertate 1669 interposizioni fittizie di manodopera, con conseguente danno accertato per l’Erario di oltre 45 milioni di euro, nonché 250 casi di assunzione fittizia di lavoratori extracomunitari al solo fine del rilascio del permesso di soggiorno.

Ecco tutte le persone raggiunte dal sequestro dei beni

  1. BIBIANI GIORGIO
  2. BOLOGNINI MARIANO CARMINE,
  3. BIONDI BENEDETTO,
  4. BUONAURIO GIUSEPPE,
  5. BUONAURIO MARIANO,
  6. BERTOLI GIAN RODOLFO,
  7. BRAVIN ANGELO,
  8. CHICCHIANI SERGIO,
  9. CONSOLI FRANCO,
  10. CANTE GIOVANNI,
  11. CAPRIOLI ERIKA,
  12. CERCHIA LUIGI,
  13. CASTELLONE RAFFAELE,
  14. CAVINA LUCREZIA,
  15. DE BLASI GASPARE,
  16. DE CAROLIS VALTER,
  17. DI GUIDA ANTONIO,
  18. DE LUCA FRANCESCO,
  19. D’ALTERIO STEFANO,
  20. D’AMBROSIO DOMENICO,
  21. D’AMBROSIO UMBERTO,
  22. DE ANGELIS FRANCO,
  23. DIANA ALESSANDRO,
  24. DI NARDO FRANCESCO,
  25. DI NARDO STEFANO,
  26. DI ROSA GIOVANNI,
  27. DI TOMASSI DONATELLO,
  28. DE SIMONE GENNARO,
  29. DE SIMONE ANTONIO,
  30. AUDITORE MARIA,
  31. FUCCI FRANCESCO,
  32. FELACÒ FRANCESCO SAVERIO,
  33. FRAIETTA DOMENICO,
  34. GALLOTTI CIRO,
  35. GARCIA GIGANTO EMILIO,
  36. GRANATA CARMINE,
  37. GATTONE PAOLO,
  38. GATTONE ETTORE.
  39. MIGLIACCIO GENNARO,
  40. MIGLIACCIO LUCIANO,
  41. UMILE DANILO,
  42. MAIONE TOMMASO,
  43. MORACCI GIOVANNI,
  44. MARGIORE LORENZO,
  45. MARIGLIANO ANTONIETTA,
  46. MARGIORE RAFFAELE,
  47. MISCOLI STEFANO,
  48. MUSSOLINO RENATO,
  49. MATTIOLI MARINA,
  50. ANGELUCCI ROBERTO,
  51. NAPPO GIUSEPPE,
  52. PICCIAU GUIDO,
  53. PIGA TIZIANA,
  54. POLITO GIUSEPPINA,
  55. POLITO VINCENZO,
  56. POMMELLA FRANCESCO,
  57. PUMA ALBERTO,
  58. PINTUCCI FABRIZIO,
  59. PIERIMARCHI CLARISSA,
  60. PIERMARTIRI MICHAEL,
  61. ARDUO ROBERTO,
  62. SICA GIUSEPPE,
  63. SEGGIO DELFIO,
  64. SEGUINO RAFFAELE,
  65. SORDO ANTONELLA,
  66. SOZZO STEFANO,
  67. TAMBARO CRISTIAN,
  68. AUTIERO CIRO,
  69. TURBOLI VINCENZO,
  70. VECCHIARELLI MAURO,
  71. VERRELLI GIUSEPPINA,
  72. VASTARELLA VINCENZO,
  73. ZOCCHI CIRO