Un agente di polizia penitenziaria è finito in ospedale dopo essere stato aggredito, per futili motivi, da un detenuto albanese nella prima sezione del carcere salernitano di Fuorni. Lo si apprende da fonti sindacali. L’agente, prontamente soccorso dai colleghi, è stato medicato in infermeria e poi portato in ospedale: ha riportato lesioni alla mano e all’occhio sinistro e contusioni alla schiena. L’aggressore è lo stesso che lo scorso 20 giugno diede fuoco alla cella provocando l’intossicazione di due agenti. “Ennesimo evento critico nella casa circondariale di Salerno”, commenta Ciro Auricchio, segretario regionale dell’Uspp. “Se si è evitato il peggio – ha sottolineato il sindacalista – è stato grazie ai colleghi della polizia penitenziaria che sono intervenuti prontamente. Esprimiamo solidarietà al collega”.

Contenuti Sponsorizzati