Firefly: l’elettrica per insegnare ai bambini a guidare

Anticipato a marzo, il progetto di Young Driver entra nel vivo con la presentazione di Firefly, l’auto elettrica per insegnare la guida ai bambini.

Si chiama Firefly l’auto elettrica pensata per insegnare ai più giovani a guidare, un modello che parte da un concetto potenzialmente interessante, quello di voler far approcciare anche i bambini al mondo della guida così da renderli automobilisti migliori una volta raggiunta la maggiore età.

firefly-young-driver-5

Young Driver aveva già avviato un’iniziativa simile per i giovani dai 10 ai 17 anni sfruttando una Skoda Citigo speciale equipaggiata per le lezioni. Con Firefly si vuole invece ampliare l’utenza, posizionando il punto d’ingresso già ai 5 anni sfruttando un veicolo speciale in grado di proporre una meccanica diversa dalle auto giocattolo. Qui abbiamo sospensioni indipendenti, volante e pedaliera, freni a disco, luci, retromarcia e sedile conducente regolabile per far prendere confidenza ai bambini con i comandi e le funzioni base dell’auto.

Sotto la carrozzeria troviamo due motori elettrici alimentati da altrettante batterie da 12V in grado di fornire 9 ore di autonomia continua. Firefly si guida come una vera e propria auto e può essere impostata su due modalità: la Junior limita la velocità massima a 8 chilometri orari, sfruttando sensori in grado di arrestare la vettura in caso di ostacoli. In modalità Experience, invece, il limitatore è a 16 km/h e i sensori vengono disattivati. Ad ogni modo la sicurezza è garantita dato che i genitori o l’istruttore possono fermare l’auto tramite comando remoto fino ad una distanza di 120 metri.

In UK si potrà accedere alle lezioni da 20 minuti ad un costo di circa 20 sterline ma Young Driver ha in programma anche la vendita della Firefly a poco meno di 7.000€.

firefly-young-driver-1

(fonte hdmotori.it)