Negli ultimi giorni qualcuno ha lamentato che il Galaxy Note 7 è esploso durante la ricarica. Samsung, in attesa di saperne di più, ha preferito un approccio prudente e ha sospeso le vendite del dispositivo. Ne approfitterà per verificare i controlli di qualità.

Samsung ha momentaneamente fermato la distribuzione del recentissimo Galaxy Note 7, per fare ulteriori controlli di qualità e in particolare fare luce sulla possibilità che il telefono esploda durante la ricarica. Negli ultimi giorni sono infatti stati riportati almeno due casi, che hanno spinto l’azienda a prendere questa decisione.tec

Secondo le informazioni riportate da Reuters, tuttavia, l’azienda non ha confermato ufficialmente le ragioni del blocco. Dello stesso avviso anche Il Korea Herald, che ha sentito fonti nell’ambiente degli operatori telefonici sudcoreani.

Sono almeno due, però, i consumatori che hanno visto il proprioGalaxy Note 7 esplodere. Un fatto che non è semplicemente sgradevole ma anche pericoloso, e sarebbe del tutto comprensibile se Samsung volesse evitare di diventare un’azienda i cui prodotti feriscono i clienti e ne danneggiano la proprietà.

 “I problemi nel controllo qualità, se confermati”, scrive Se Young Lee per Reuters, “potrebbero rappresentare un colpo duro per il primo produttore di smartphone al mondo, che conta sulle vendite del nuovo dispositivo per mantenere alti i profitti dal settore mobile per il secondo anno di seguito”.

Proprio nei giorni scorsi Samsung aveva detto che le richieste di Galaxy Note 7 erano superiori alle previsioni e che si stava facendo tutto il possibile per adeguare i ritmi produttivi. Finora le vendite dovrebbero essere intorno al mezzo milione di esemplari.

È importante sottolineare che il nuovo Galaxy Note 7 usa unconnettore USB-C. Chi possiede uno smartphone con lo stesso tipo di porta per la ricarica dovrebbe tenere in considerazione che i cavi in commercio non sono tutti uguali, e che quelli troppo economici potrebbero nascondere problemi anche gravi. Non sappiamo se i Note 7 segnalati fossero collegati al caricatore originale oppure no, ma chi volesse comprare degli accessori forse vorrà tenere in considerazione anche questo aspetto.

(fonte tomshw.it)

Contenuti Sponsorizzati