Dopodomani sera il Napoli affronterà l’Inter nell’anticipo di campionato, ma non è la partita con i nerazzurri al centro dell’interesse dei tifosi. L’audience è molto più alta in relazione alle polemiche a distanza e le stilettate che si scambiano da qualche tempo il presidente De Laurentiis e l’allenatore Sarri. Interessa abbastanza anche il calciomercato, con le indiscrezioni sulle trattative che starebbe portando avanti il ds Giuntoli, un po’ in tutta Europa. L’uscita del presidente sulla questione-Rog (‘Aspetto con interesse il debutto di Rog’ ha detto ieri) è la conferma che tra De Laurentiis ed il tecnico c’è una discreta differenza di vedute relativamente all’uso di calciatori che sono stati al centro del mercato estivo e che hanno comportato un importante esborso di denaro. E’ il caso di Rog, ma anche di Tonelli (i due non hanno giocato fino ad ora neppure per un minuto), per non parlare di Maksimovic, costato ben 27 milioni di euro e che è stato utilizzato da Sarri in poche occasioni durante il periodo di assenza di Chiriches per infortunio, per poi tornare nuovamente in panchina. Insomma sia pure in assenza di scenate plateali, è evidente che i rapporti fra presidente ed allenatore non sono idilliaci. I tifosi in un primo momento erano prevalentemente schierati con il tecnico, ma da quando la mancata utilizzazione di alcuni calciatori è diventata non più spiegabile e giustificabile, le quotazioni di Sarri sul mercato del tifo hanno cominciato a ribassarsi notevolmente. Quanto alla campagna acquisti di gennaio che dovrebbe portare il Napoli ad ingaggiare un attaccante di ruolo, destinato a sostituire Milik fino a quando il polacco non avrà definitivamente concluso la fase di riabilitazione dall’intervento di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio, è tutto un rincorrersi di voci che riguardano più o meno i soliti nomi: si passa da Pavoletti a Zaza, da Muriel a Defrel, per arrivare a Dolberg, erede di Milik all’Ajax, dove si sta facendo notare a suon di gol. Intanto, in attesa della punta che dovrebbe prendere il posto del polacco al centro dell’attacco, Giuntoli starebbe per portare a termine la trattativa per l’ingaggio del diciottenne Leandrinho, talentino del Ponte Petra che arriverebbe a Napoli per una cifra di poco superiore ai 500 mila euro. Una scommessa o poco più, non certamente un puntello alla rosa da utilizzare immediatamente. Dopo la lunga chiacchierata di ieri con la squadra ed un discorso di ben tre quarti d’ora durante il quale avrebbe chiesto una maggiore cattiveria agonistica ai suoi giocatori, Sarri oggi ha fatto riprendere gli allenamenti in vista della partita con l’Inter. Le idee sulla formazione da mandare in campo dovrebbero essere già abbastanza chiare. Maggio potrebbe subentrare ad Hysaj ed Albiol tornare titolare al centro della difesa. A centrocampo Zielinski e Diawara saranno in campo assieme ad Hamsik. In attacco non c’è molta scelta a causa della squalifica di Mertens. Giocheranno Callejon, Gabbiadini ed Insigne.

Redazione Cronache della Campania