Sale il bilancio della tragedia all’interno del traghetto Sansovino a Messina, anche l’operaio gravemente ferito è morto. Le vittime dunque sono 4. Il quarto operaio è morto in ospedale. Le altre tre vittime sono Gaetano D’Ambra, secondo ufficiale di coperta di Lipari; Christian Micalizzi, primo ufficiale di Messina; Santo Parisi operaio di Terrasini. Dai primi accertamenti sembra che siano morti asfissiati dal gas che si è sprigionato all’interno della cisterna del traghetto mentre stavano lavorando a una saldatura

Cinque operai si sono sentiti male mentre stavano eseguendo lavori in una cisterna della nave Sansovino della Caronte & Tourist, ormeggiata al molo Norimberga del porto di Messina; tre di loro sono morti altri due sono ricoverati in ospedale. Gli operai stavano eseguendo lavori di pulizia nei serbatoi del carburante quando hanno accusato dei malori e sono precipitati all’interno della cisterna; sono stati recuperati da diverse squadre dei vigili del fuoco intervenute sul posto e trasportati al Policlinico. Tre di loro, che erano in gravi condizioni, sono morti. Le indagini sull’incidente sono affidate alla Capitaneria di Porto di Messina mentre la Procura di Messina ha aperto un’inchiesta.

Redazione Cronache della Campania